Agenti intervengono sul posto dell'aggressione a Salman Rushdie avvenuta venerdì
Agenti intervengono sul posto dell'aggressione a Salman Rushdie avvenuta venerdì (Keystone)

Gravissime le lesioni subite da Rushdie

Lo scrittore rischia di perdere un occhio e la lama ha reciso nervi del braccio e danneggiato il fegato - Resta attaccato a un respiratore dopo un lungo intervento chirurgico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Salman Rushdie rischia di perdere un occhio dopo essere stato accoltellato venerdì nel corso di un festival letterario nello Stato di New York. L'autore dei 'Versetti satanici' è stato sottoposto a un lungo intervento chirurgico, è stato subito attaccato a un respiratore e nell'aggressione ha subito gravi danni a un braccio, al volto e al fegato.

"Le notizie non sono buone. Salman è attaccato ad un respiratore, in questo momento non è in grado di parlare", ha fatto sapere l'agente dello scrittore, Andrew Wylie, precisando che “i nervi del suo braccio sono stati recisi e il suo fegato è stato ferito e danneggiato". Lo scrittore 75enne, nato in India e cittadino britannico, è stato sottoposto ad un intervento di diverse ore dopo essere stato accoltellato al collo e all'addome.

Per l'aggressione è stato arrestato un 24enne del New Jersey, Hadi Matar. Le autorità americane hanno dichiarato che allo stato attuale non è ancora chiaro il movente di un attacco così violento contro lo scrittore. Rushdie è da anni nel mirino dei fondamentalisti e a fine anni Ottanta l'ayatollah Khomeini promulgò una fatwa dopo la pubblicazione del libro. Inoltre, un musulmano fondamentalista offrì una taglia sulla testa dello scrittore, approvata dal regime di Teheran.

 
AFP/AP/EnCa
Condividi