Il generale statunitense Kenneth F. McKenzie Jr
Il generale statunitense Kenneth F. McKenzie Jr (keystone)

I numeri dell’attacco in Siria

Il Pentagono fornisce i dettagli sul bombardamento: lanciati oltre 100 missili

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Conclusa l’operazione militare, il Pentagono ha reso noto sabato i dettagli del bombardamento effettuato nella notte da Stati Uniti, Francia e Regno Unito. In totale, fanno sapere da Washington, sono stati lanciati 105 missili, la gran parte dal mare, che hanno colpito e distrutto depositi e laboratori di armi chimiche.

Missione compiuta
Missione compiuta (keystone)

Nel dettaglio, è stato reso noto che 37 Tomahawk sono stati lanciati da due navi americane, un incrociatore ed un cacciatorpediniere, tutti dislocati nel Mar Rosso. Un altro cacciatorpediniere statunitense ha colpito dal Golfo Persico, con 23 Tomahawk.

 

Dal Mediterraneo orientale, invece, si sono mossi un sottomarino americano, che ha lanciato sei missili, ed una fregata francese, con tre missili. Dal cielo, sono entrati in azione due bombardieri USA B-1, che hanno sparato 19 missili. Altri 17 sono stati lanciati da caccia francesi e britannici.

Prima e dopo il bombardamento
Prima e dopo il bombardamento (keystone)

Parigi, in particolare, ha mobilitato fregate multimissione, accompagnate da un'imbarcazione di protezione e sostegno. Londra, dal canto suo, ha contribuito all'operazione con quattro jet Tornado.

ATS/bin

Condividi