Gendarmi e militari mostrano grande cortesia
Gendarmi e militari mostrano grande cortesia (Boccaletti)

I poliziotti gentili

Cracovia blindata per l'arrivo di Papa Francesco - Seconda puntata del blog dell'inviato Bruno Boccaletti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ci siamo svegliati in una Cracovia blindata. Chiusa la zona dell'Università Jagellonica, chiusa la zona dell'Arcivescovado - con la famosa finestra da cui l'Arcivescovo Karol Wojtyla si affacciava a chiaccherare con i giovani -, chiusa, va da sé, la zona intorno al Castello del Wawel, il cuore storico della Polonia, il primo palscoscenico ufficiale nel tardo pomeriggio di Papa Francesco. Dovremo rimandare a tempi migliori la visione della Dama con l'ermellino, capolavoro pittorico di Leonardo, che racconta di una Cracovia rinascimentale molto più vicina all'Europa di quanto molti suppongano. Andateci, se avete tempo, e curiosate tra le lapidi che portano i nomi dei Medici e dei Gonzaga.

Blindati e poliziotti dappertutto, dicevo. Ma poliziotti gentili, sembrano il vigile di Rodari, sempre pronto a dar una mano. Li avranno istruiti bene: la prima visita di Papa Francesco è un atout sul piano internazionale, meglio giocarsi tutte le carte, cortesia compresa. Forse il presidente a faccia a faccia con Pontefice proverà a spiegargli perché la politica di "zero rifugiati" sin qui praticata, ha tenuto lontano lo spettro del terrorismo islamico. Bergoglio non è d'accordo, così come non sono d'accordo i Vescovi polacchi.

Una Cracovia blindata
Una Cracovia blindata (Boccaletti)

Almeno sulla carta. Poi, tutti capiscono che la maggioranza della popolazione che invoca le frontiere chiuse corrisponde alla maggioranza dei fedeli. Idealisti sì, ma un robusto tocco di pragmatismo non guasta. Sarà interessante vedere il dialogo che si svilupperà tra il Papa che ama ripetere "ponti, non muri" e la base cattolica rispettosamente di tutt'altro parere.

Bruno Boccaletti

Condividi