Ad accoglierlo a Bangkok anche la cugina, da decenni missionaria nel regno (keystone)

Il Papa in Asia

Bergoglio è arrivato in Thailandia, poi toccherà al Giappone, due paesi dove i cattolici sono molto minoritari. Parlerà di dialogo e di armi nucleari

Papa Francesco è arrivato mercoledì a Bangkok alle 12.00 ora locale (le 6.00 in Svizzera) per la prima tappa del suo viaggio apostolico in Asia che lo condurrà da sabato anche in Giappone. La Thailandia è il cinquantesimo paese visitato da Bergoglio dall'inizio del suo pontificato. È stato ufficialmente accolto in aeroporto da rappresentanti delle istituzioni, dal nunzio apostolico e dai vescovi. C'era anche la cugina, Ana Rosa Sivori, da oltre 50 anni missionaria nel regno. Nella prima giornata non sono previsti discorsi ufficiali, gli incontri veri e propri cominceranno giovedì e prima della partenza è prevista una grande messa allo stadio.

RG 08.00 del 20.11.2019 La diretta di Loretta Dalpozzo
RG 08.00 del 20.11.2019 La diretta di Loretta Dalpozzo
 

Il dialogo interreligioso sarà uno dei tempi centrali del viaggio, il primo papale da 30 anni a questa parte in questi due Stati evangelizzati dai gesuiti nel XVI secolo ma in cui i cattolici sono una piccola minoranza. Giovanni Paolo II visitò il Giappone nel 1981 e la Thailandia nel 1984. Nel paese del Sol Levante, tra l'altro, Bergoglio sognava in gioventù di fare il missionario. A Hiroshima e Nagasaki, domenica, lancerà un appello per l'eliminazione di tutte le armi nucleari.

AFP/pon
Condividi