In un fermoimmagine
In un fermoimmagine (reuters)

Il "boia" ucciso

Parla il portavoce del Pentagono: "Ragionevole certezza che Jihadi John sia morto"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Abbiamo la ragionevole certezza che Jihadi John sia stato ucciso". Lo ha affermato nel corso di una videoconferenza da Baghdad il portavoce del Pentagono, Steven Warren, spiegando che però ci "vorrà tempo per confermarlo". L’uomo, nato in Kuwait e cresciuto in una famiglia borghese di West London, sarebbe morto dopo un bombardamento da parte di droni statunitensi.

Mohammed Emwazi, questo il suo vero nome, era apparso in diversi video dell’autoproclamato Stato Islamico (IS) dove incappucciato decapitava prigionieri. Ucciderlo, ha sottolineato Warren, è importante siccome era considerato una celebrità dall’IS.

Da parte sua, il premier britannico David Cameron ha puntualizzato che se la notizia venisse confermata, l’azione dell’esercito a stelle e strisce è da considerare un "atto di autodifesa".

Reuters/AlesS

Dal TG20:

Siria, raid contro Jihadi John

Siria, raid contro Jihadi John

TG 20 di venerdì 13.11.2015

Condividi