Un edificio colpito (keystone)

Israele attacca Gaza, 15 morti

Raid dell'esercito di Tel Aviv contro la Jihad islamica. Fra le vittime un capo del movimento, ma anche una bambina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quindici morti, fra cui un capo militare della Jihad islamica e una bambina: è il bilancio ancora provvisorio di un raid israeliano sulla Striscia di Gaza, iniziato venerdì pomeriggio. A stilarlo sono fonti di Tel Aviv, mentre da parte palestinese in precedenza si era parlato di otto uccisi.

L'esercito con la stella di Davide aveva annunciato l'attacco nel primo pomeriggio, precisando che l'obiettivo era l'organizzazione considerata terroristica anche da Unione Europea e Stati Uniti. La stessa Jihad islamica, dal canto suo, ha reagisto affermando che "il nemico ha scatenato una guerra contro il popolo palestinese". Gli attacchi aerei anticipano un'eventuale reazione all'arresto lunedì di Basseem Saadi, capo del movimento in Cisgiordania.

La densità abitativa è fra le più alte del mondo
La densità abitativa è fra le più alte del mondo (keystone)

La Striscia di Gaza, governata da Hamas, è oggetto dal 2007 di un isolamento imposto da Israele. I suoi oltre due milioni residenti - ripartiti su una superficie otto volte più piccola di quella del canton Ticino - vivono per la maggior parte in povertà. Da martedì i valichi di frontiera erano stati chiusi, lasciando a casa coloro che transitavano quotidianamente per lavorare in Israele e impedendo il transito a una cinquantina di malati bisognosi di cure regolari e ai camion che riforniscono di carburante la centrale elettrica, che ora rischia di cessare la produzione.

AFP/Reuters/pon
Condividi