L'esercito aveva dispiegato ingenti mezzi per la cattura dei fuggitivi
L'esercito aveva dispiegato ingenti mezzi per la cattura dei fuggitivi (keystone)

Israele, catturati gli ultimi evasi

Gli ultimi due latitanti del gruppo di sei fuggito dal carcere di Gilboa sono finiti in manette a Jenin, in Cisgiordania

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’esercito israeliano ha annunciato domenica mattina di avere arrestato gli ultimi due dei sei palestinesi evasi, quasi due settimane fa, da una prigione nel nord del Paese. I latitanti sono finiti in manette a Jenin, nel nord della Cisgiordania occupata, da dove sono originari tutti e sei i prigionieri fuggiti dal carcere di massima sicurezza di Gilboa, attraverso un tunnel scavato sotto a un lavandino e che conduceva a un buco nel terreno fuori dal penitenziario.

 

I sei erano finiti in carcere con l’accusa di violenze contro lo Stato ebraico, che li definisce “terorristi”; da parte palestinese erano invece subito stati definiti “eroi” ed erano diventati gli uomini più ricercati in Israele. Lo scorso fine settimana i quattro latitanti erano stati arrestati nella zona di Nazareth.

ATS/ludoC
Condividi