(Ansa)

Italia, tutto rinviato

Il Senato decide di posticipare qualsiasi decisione sulla sorte del Governo al 20 agosto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tutto rinviato al 20 agosto: è la decisione presa dal Senato italiano che si è riunito martedì per discutere sulla sorte del Governo Lega-Movimento Cinque Stelle. Solo cinque giorni fa, Matteo Salvini aveva annunciato di voler togliere il proprio sostegno all’Esecutivo, presentando una mozione di sfiducia. Da parte sua il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si presenterà a Palazzo Madama proprio il 20 agosto per esprimersi sulla crisi in corso.

La seduta di martedì sera è stata dominata dall'intervento di Salvini che, consapevole di andare incontro ad una prima sconfitta, ha annunciato la sua nuova mossa: "Raccolgo l'invito di Di Maio: La Lega voterà per anticipare il voto sul taglio dei parlamentari, 345 in meno la settimana prossima, e poi andiamo subito al voto". Ha risposto inoltre a Matteo Renzi (PD), che ha tenuto nel pomeriggio una conferenza stampa al Senato proponendo un Governo di responsabilità.

Da parte sua, il capo politico del M5S ha accettato la sfida di Salvini. E in un lungo post su Facebook ha esultato: "Voglio darvi una buona notizia, dopo le proteste dei cittadini nelle piazze e sui social, la Lega ha ceduto sul taglio dei parlamentari, una riforma del Movimento 5 Stelle e che il paese aspetta da anni". Ma, rilancia, "dimezziamo anche gli stipendi di deputati e senatori".

 

 

 

ATS/MarGù
Condividi