L'amarezza di Micheloni
L'amarezza di Micheloni (keystone)

Italiani all'estero di serie B

La riforma del Senato, se andrà definitivamente in porto, dimenticherà le circoscrizioni estere

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli italiani all'estero, quindi anche i circa 300'000 con diritto di voto che vivono in Svizzera, non saranno rappresentati nel futuro Senato della Repubblica. E nemmeno potranno scegliere i prossimi senatori.

"Ci ho provato fino all'ultimo, anzi ci abbiamo provato in diversi nel PD, ma non c'è stato nulla da fare, il Governo non ha voluto ascoltarci". Il senatore Claudio Micheloni, residente in Svizzera ed eletto all'estero, non è certo entusiasta della riforma costituzionale che in Italia ha in pratica eliminato la Camera Alta nella sua funzione e nella sua configurazione attuale per passare al sistema unicamerale. Una riforma che elimina appunto la rappresentanza degli italiani all'estero nel nuovo Senato, il cosiddetto "Senato dei Cento".

Leggi l'articolo completo di Aldo Sofia su Tvsvizzera.it

Condividi