Izabella, l'anti-Thunberg

Quindicenne, svedese diventa il simbolo della lotta contro immigrati e ideologia gender e potrebbe non essere solo un controcanto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chissà se anche lei pubblicherà un augurio con tanto di foto selfie dalla Svizzera italiana come ha fatto Greta qualche giorno fa. Izabella Nilsson Jarvandi — svedese 15enne dai capelli neri e occhi scuri, eletta dal web come "anti-Thunberg" — si batte contro l'immigrazione e l'ideologia gender. Il suo profilo Twitter parla chiaro: "giovane attivista contro il globalismo, che cerca verità e giustizia per la mia amata Svezia".

Dai comizi davanti ai palazzi del potere denuncia quel che definisce "il genocidio del popolo svedese", dovuto alle politiche liberali verso l'immigrazione. Ha anche solidarizzato con il premier ungherese Viktor Orban per la sua chiusura nei confronti degli immigrati.

Gli intellettuali liberal di sinistra e l'ideologia del politically correct proprio non li sopporta e proprio per questo è diventata popolarissima negli ambienti della destra sovranista e degli integralisti cristiani.

ANSA/px
Condividi