Quel che resta del centro commerciale di Kremenchuk, nell'Ucraina centrale
Quel che resta del centro commerciale di Kremenchuk, nell'Ucraina centrale (keystone)

Kremenchuk, almeno 18 i morti

Continua a salire il bilancio del bombardamento russo sul centro commerciale ucraino, i feriti sono 59 e i dispersi 36 – Parigi invierà veicoli blindati a Kiev

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È salito ad almeno 16 morti e 59 feriti il bilancio delle vittime del bombardamento russo di ieri, martedì, su un centro commerciale di Kremenchuk, nell'Ucraina centrale. Lo rendono noto i soccorritori e le autorità locali, che segnalano anche un totale di 36 persone che risultano disperse.

"Al momento sappiamo di 16 morti e 59 feriti, di cui 25 in ospedale” ha dichiarato il capo dei servizi di soccorso ucraini Sergiy Kruk su Telegram lunedì sera. I soccorsi si concentrano principalmente sul "salvataggio, la rimozione dei detriti e lo spegnimento degli incendi", ha dichiarato Kruk.

La versione russa è che ad essere colpito "da un missile di precisione" è stato un deposito in cui erano stoccate armi inviate in Ucraina da Paesi occidentali. Da lì l'incendio si sarebbe propagato al centro commerciale.

L'attacco ha provocato una forte condanna internazionale, anche da parte della Svizzera. In un tweet pubblicato lunedì sera, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) parla di "grave violazione del diritto umanitario internazionale". "Ancora una volta, la popolazione civile ucraina viene presa direttamente di mira", si legge nella presa di posizione. Il DFAE ha poi nuovamente invitato la Russia a porre immediatamente fine all'aggressione militare contro l'Ucraina.

 

I Paesi del G7 hanno denunciato il bombardamento come "crimine di guerra". "L'attacco della Russia sui civili nel centro commerciale" in Ucraina "è crudele” ha affermato il presidente USA Joe Biden, sottolineando che gli Stati Uniti insieme ai partner e agli alleati "continueranno a ritenere responsabile la Russia di queste atrocità". Il presidente francese Emmanuel Macron ha definito il raid russo contro il centro commerciale "un abominio".

Nuovi aiuti francesi

E sempre da Parigi giunge notizia che la Francia invierà "quantità significative" di veicoli blindati per il trasporto di personale all'Ucraina e altri sei cannoni Caesar a Kiev. Lo ha annunciato in un'intervista il ministro delle Forze armate Sébastien Lecornu.

G7, compatti in difesa di Kiev

G7, compatti in difesa di Kiev

TG 20 di lunedì 27.06.2022

 

Dall'inizio dell'offensiva militare lanciata da Mosca in Ucraina il 24 febbraio, Parigi ha consegnato a Kiev, oltre a dodici cannoni Caesar, missili anticarro Milan e missili antiaerei Mistral. A metà aprile, Florence Parly, allora ministro francese delle Forze armate, ha stimato che l'equipaggiamento militare consegnato dalla Francia all'Ucraina aveva un valore di oltre cento milioni di euro.

Putin assicura i fertilizzanti a Bolsonaro

Il presidente russo Vladimir Putin ha assicurato lunedì per telefono al suo omologo brasiliano Jair Bolsonaro che la Russia è "impegnata" a garantire al Brasile "una fornitura ininterrotta" di fertilizzanti. Il Paese sudamericano importa oltre l'80% dei suoi fertilizzanti e oltre il 20% delle importazioni di fertilizzanti proviene dalla Russia, il principale fornitore del Brasile.

Parlando a un evento a Brasilia lunedì, Bolsonaro ha detto che i due leader hanno discusso di "sicurezza alimentare" e "insicurezza energetica", senza fornire ulteriori dettagli.

ATS/AFP/dielle
Condividi