L'inchiesta prende il via dopo esame preliminare di 5 anni (keystone)

L'Aja indaga sulla Palestina

La Corte penale internazionale ha aperto un'inchiesta su presunti crimini di guerra commessi da forze israeliane e gruppi armati palestinesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La procuratrice generale della Corte penale internazionale (CPI) dell’Aja, Fatou Bensouda, ha annunciato l’apertura di un’inchiesta su presunti crimini di guerra commessi nei territori palestinesi.

 

L’inchiesta fa seguito a un esame preliminare della situazione durato cinque anni e arriva dopo che la stessa CPI, a inizio febbraio, aveva stabilito di avere giurisdizione sulla regione, provocando l'ira di Israele.

 

Bensouda, nel dicembre del 2019, aveva ritenuto che Cisgiordania e Striscia di Gaza sono teatro di crimini di guerra e aveva designato le forze israeliane e gruppi armati palestinesi, come Hamas, come possibili colpevoli.

Nell’annunciare l’avvio dell’inchiesta, la procuratrice ha sottolineato che sono le vittime, palestinesi così come israeliane, che devono essere al centro dell’attenzione.

Non si sono fatte attendere le reazioni sui due fronti: da parte israeliana si parla di una "mossa politica", mentre i palestinesi si rallegrano e auspicano un'inchiesta celere.

Reuters/AFP/sf
Condividi