La riforma fiscale, nel frattempo ritirata, è all'origine delle proteste
La riforma fiscale, nel frattempo ritirata, è all'origine delle proteste (keystone)

La Colombia in piazza da 6 giorni

Migliaia di persone protestano contro la riforma fiscale, nel frattempo ritirata. Una ventina i morti e oltre 800 feriti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Colombia da sei giorni è teatro di proteste contro la riforma fiscale annunciata dal Governo di Ivan Duque, nel frattempo ritirata dallo stesso capo di Stato. La riforma prevedeva un aumento generalizzato dell’IVA e un aggravamento delle tasse sui redditi della classe media.

Si è dimesso il ministro delle finanze Alberto Carrasquilla. Il suo sostituto è stato annunciato martedì da Duque: si tratta di José Manuel Restrepo, che fino ad ora aveva diretto il Ministero del commercio.

I disordini hanno già provocato una ventina di morti e oltre 800 feriti e il direttore della polizia nazionale ha fatto sapere che, in seguito a denunce pubbliche di violenza da parte delle forze dell’ordine, sono state avviate 26 indagini disciplinari per lesioni personali e abuso di autorità.

Dall’inizio della pandemia i ceti medio-bassi risultano essere i più colpiti dall’inevitabile aumento del costo della vita e hanno visto il loro potere d’acquisto diminuire drasticamente. Inoltre 3,5 milioni di persone sono scese al di sotto della soglia di povertà, facendo aumentare il totale a 21 milioni, ossia il 42,7% della popolazione.

ats/mrj

Colombia, si protesta ancora

Colombia, si protesta ancora

TG di martedì 04.05.2021

Condividi