Il numero uno laburista Jeremy Corbyn ha sciolto le riserve (keystone)

Labour: "sì a referendum bis"

La proposta dell'opposizione britannica entrerà in linea di conto qualora il Parlamento bocciasse l'emendamento per un divorzio meno brutale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Partito laburista ha annunciato lunedì che presenterà in Parlamento un emendamento che renda il distacco da Bruxelles meno brutale e meno netto e che prevede la permanenza del paese nell'unione doganale, l'allineamento ravvicinato al mercato unico, nonché la partecipazione agli accordi di sicurezza collettivi e a diverse agenzie.

Se la proposta fosse rifiutata, l'idea è di insistere per un ritorno alle urne in modo tale da evitare che un divorzio dannoso come quello architettato dai conservatori venga imposto al paese.

È stato inoltre formalizzato l'appoggio a un altro emendamento che imporrebbe al Governo di chiedere il rinvio della scadenza del 29 marzo qualora l'unica alternativa fosse una rottura senza intesa. Su questa specifica questione s'è pronunciato pure il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, il quale ha ribadito la possibilità, già ventilata da più parti, di prorogare il limite.

AFP/ANSA/dg

Condividi