Negli Stati Uniti i dati quotidiani relativi alla pandemia sono pessimi (Keystone)

Le Americhe sempre sotto assedio

I contagiati, negli Stati Uniti, sono quasi due milioni, mentre in America Latina il Brasile è sempre la nazione più colpita dal coronavirus

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono 819 i morti per coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore, durante le quali il numero di contagiati è salito di 17’300 unità. E' quanto emerge mercoledì dai dati della John Hopkins University, secondo la quale i contagiati sono in totale 1'977’085 e i decessi 111’876. Il numero maggiore di nuovi casi è stato registrato in Texas (2’275), seguito da California (2’170) e Florida (1’960).

Rimane pure decisamente grave la situazione in America Latina, dove – stando ai dati elaborati dall’agenzia ANSA - i contagi hanno raggiunto quota 1’403'259 (+49’349) mentre i morti sono 69’190 (+2’238). Il Brasile rimane la nazione più colpita e, stando a quanto si è appreso dalle autorità che hanno ripreso a fornire dati dettagliati, i contagi sono 739’503 (+32'091 in un giorno), mentre i decessi sono 38’406 (+1'272 in 24 ore).

Seguono Perù (203’736 contagi e 5'738 morti), Cile (142’759 e 2’283), Messico (120’102 e 14’053), Ecuador (43’378 e 3’642), Colombia (40’719 contagiati e 1’308 morti), Repubblica Dominicana (20’126 e 539), Argentina (23’620 e 693).

Condividi