( @NobelPrize)

Litio, Nobel per le batterie

Il riconoscimento nel campo della chimica attribuito a Goodenough, Whittingham e Yoshino per l'invenzione di quelle usate nei telefoni cellulari

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Nobel per la Chimica 2019 è stato assegnato agli inventori delle batterie agli ioni di litio, oggi comunemente utilizzate nei telefoni cellulari, personal computer e auto elettriche. Lo statunitense John B. Goodenough, il britannico M. Stanley Whittingham e il giapponese Akira Yoshino hanno così aperto la strada a fonti di energia diverse dai combustibili fossili.

Goodenough, 97 anni, è nato in Germania, a Jena, nel 1922 e dal 1952 ha lavorato negli Stati Uniti, nell'Università di Chicago e poi in quella del Texas ad Austin. Whittingham, 78 anni, è nato in Gran Bretagna e dopo aver lavorato nell'Università di Oxford si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha insegnato nell'Università di New York. Yoshino, 71 anni, è nato nel 1948 in Giappone, a Suita; ha lavorato nell'Università di Osaka e poi nella Meijo University di Nagoya.

Assegnato il Nobel per la Chimica

Assegnato il Nobel per la Chimica

TG 12:30 di mercoledì 09.10.2019

 
ATS/ANSA/M. Ang.
Condividi