(keystone)

Macron aumenta la presenza militare

Il presidente francese, dopo i fatti di Nizza, ha annunciato l'incremento da 3'000 a 7'000 i soldati impiegati nelle operazioni antiterrorismo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il presidente francese, Emmanuel Macron, si è recato nell pomeriggio di giovedi a Nizza dove ha parlato di "un attentato terroristico islamista" dopo l'attacco all'arma bianca avvenuto nella mattinata, attorno alle 09.00, all'interno della basilica di Notre-Dame di Nizza. Tre persone sono morte nell'attacco.

"Voglio innanzitutto dare il sostegno della nazione intera ai cattolici di Francia e del mondo" ha dichiarato Macron parlando davanti alla chiesa in cui è avvenuto l'attentato. "In Francia - ha proseguito il presidente - c'è una sola comunità, la comunità nazionale. Dobbiamo, in questi momenti, unirci e non cedere nulla allo spirito di divisione". Macron ha quindi annunciato il passaggio da 3'000 a 7'000 dei militari dell'operazione "Sentinelle" preposta alla sorveglianza armata antiterrorismo ad opera dell'esercito. Dal 2015, dopo gli attentati, i militari sono stati chiamati di rinforzo per la sorveglianza nelle strade e ai luoghi sensibili.

L'aggressore, che avrebbe agito da solo, è stato fermato dalle forze dell'ordine, si tratterebbe di Aouissaoui Bahrain, di origini tunisine ed è attualmente ricoverato in ospedale per le ferite riportate.

Secondo i media italiani l'attentatore era sbarcato il 9 ottobre a Lampedusa e identificato in seguito nel centro di accoglienza di Bari dove ha ricevuto i documenti della Croce Rossa trovati dagli inquirenti. Le indagini sono state nel frattempo affidate alla procura antiterrorismo francese.

In diretta da Nizza, Davide Mattei

In diretta da Nizza, Davide Mattei

TG 20 di giovedì 29.10.2020

La condanna turca, una analisi

La condanna turca, una analisi

TG 20 di giovedì 29.10.2020

Nizza: la condanna dell'UE

Nizza: la condanna dell'UE

TG 20 di giovedì 29.10.2020

 
ats/ug
Condividi