"Dobbiamo imparare a governare e a legiferare in modo diverso", ha tuttavia dichiarato il presidente francese (reuters)

Macron esclude un Governo di unità nazionale

Il capo dell'Eliseo fa il punto sulla situazione politica dopo l'esito delle legislative, che ha sancito la perdita della maggioranza assoluta per la sua coalizione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Emmanuel Macron, in una breve allocuzione televisiva diffusa nella serata di oggi, mercoledì, ha riconosciuto "le fratture" politiche emerse dalle elezioni legislative. L'esito del secondo turno ha sancito la perdita della maggioranza assoluta nell'Assemblea nazionale per la coalizione che fa capo al presidente francese.

"Dobbiamo imparare a governare e a legiferare in modo diverso", ha dichiarato. Il capo dell'Eliseo ha tuttavia respinto l'ipotesi di un Governo di unità nazionale. Una soluzione di questo genere "non è in questo momento giustificata", ha affermato Macron, aggiungendo di confidare "nello spirito di responsabilità di tutti" e invocando la necessità di "costruire compromessi" con le altre forze politiche.

Il presidente francese, nel suo discorso alla televisione, ha fatto quindi riferimento sia "ad un patto di coalizione, sia alla ricerca di maggioranze caso per caso". Con ciò prefigurando "un nuovo metodo", che occorrerà cominciare a "costruire" al suo ritorno dal prossimo vertice europeo di Bruxelles.

Macron ha quindi confermato che misure sul "potere d'acquisto", sul "clima" e sul "pieno impiego" saranno adottate nel corso dell'estate.

Francia, la sconfitta di Macron

Francia, la sconfitta di Macron

TG 12:30 di lunedì 20.06.2022

 
Red.ID/ARi
Condividi