L'operazione condotta dai carabinieri di Palermo (keystone)

Mafia, fermato nuovo boss

In Italia una maxi inchiesta ha portato al fermo di 46 persone, tra cui il probabile erede di Totò Riina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una nuova maxi inchiesta sulla mafia in Italia ha portato martedì al fermo di 46 persone, tra cui il nuovo boss di Cosa nostra. Dalle indagini condotte dalla Divisione distrettuale antimafia di Palermo, infatti, è emerso che l'80enne Settimio Mineo, ufficialmente gioielliere, era stato designato al vertice della "commissione provinciale" dopo la morte di Totò Riina.

 

L'anziano padrino, di cui già il pentito Tommaso Buscetta aveva fatto il nome agli inquirenti, aveva il terrore di essere intercettato e non usava telefoni. La commissione provinciale di Cosa nostra, che da anni ormai aveva smesso di riunirsi, sarebbe stata riconvocata il 29 maggio scorso: un summit che rievocava la storica "Cupola" mafiosa.

Palermo, fermato il capo di Cosa Nostra

Palermo, fermato il capo di Cosa Nostra

TG 12:30 di martedì 04.12.2018

 
ANSA/eb
Condividi