Melbourne di nuovo in lockdown

Cinque milioni di persone di nuovo confinate ai loro domicili, strade deserte, negozi chiusi e controlli per entrare nello Stato di Victoria

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Cinque milioni di persone sono di nuovo confinate da giovedì a Melbourne, la seconda città più grande dell'Australia, che sta vivendo una recrudescenza di casi di coronavirus. Ai residenti è stato ordinato di rimanere confinati nelle loro case per sei settimane dopo che le misure per prevenire la diffusione del virus sono fallite. Lo Stato australiano di Victoria ha registrato 165 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un dato che porta il totale dei contagi a quota 3.098.

Lo Stato dove si trova Melbourne, ha chiuso tutti i suoi confini mercoledì per proteggere il resto dell'Australia, che finora ha controllato con successo l'epidemia di Covid-19.

A Melbourne, il nuovo contenimento avrà gravi conseguenze economiche e si prevede che costerà fino a 1 miliardo di dollari australiani (615 milioni di euro) alla settimana. Le autorità sono anche preoccupate per le conseguenze sulla salute mentale di un secondo blocco, il primo dei quali è stato revocato solo poche settimane fa. I ristoranti e i caffè potranno servire solo cibo da asporto, mentre palestre e cinema saranno di nuovo costretti a chiudere.

ATS/AFP/Swing

Condividi