Il ministro italiano Minniti con i colleghi di Ciad, Niger e Libia al vertice di Roma
Il ministro italiano Minniti con i colleghi di Ciad, Niger e Libia al vertice di Roma (Keystone)

Migranti, intesa Italia-Africa

Roma si accorda con Libia, Niger e Ciad per gestire il flusso prima che arrivi sulle coste del Mediterraneo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il vertice di Roma, svoltosi domenica e voluto dal ministro dell'Interno italiano Marco Minniti con i colleghi di Libia, Niger e Ciad, costituisce un punto di partenza per tentare di gestire il flusso di migliaia di disperati che dall'Africa tentano di attraversare il Mediterraneo per raggiungere l'Europa.

La costruzione di centri in Niger e Ciad e la gestione in Libia dei centri di accoglienza per migranti irregolari, “nel rispetto degli standard umanitari internazionali”, per cancellare i lager nel deserto in cui i trafficanti tengono prigionieri migliaia di persone, e confini più sicuri puntando su formazione e rafforzamento delle guardie di frontiera: sono questi i punti forti scaturiti dall’incontro.

Tuttavia, bisognerà vedere se gli accordi messi nero su bianco in una dichiarazione congiunta troveranno applicazione nel deserto a sud del territorio libico, ma si tratta in ogni caso di un tentativo concreto di affrontare e risolvere il problema là dove si origina e non in mare, dove non resta che tentare di salvare più vite possibili. Dalla Libia arriva del resto il 90% di coloro che sbarcano in Itali, molti dei quali arrivano poi ai confini ticinesi.

ANSA/Reuters/EnCa

 
Condividi