Un'immagine del generale ucciso stanotte nell'attacco americano a Baghdad (keystone)

Morte Soleimani: l'Iran minaccia

Dura reazione di Teheran: "Gli Stati Uniti ritirino le loro forze dalla regione o inizino a preparare le bare per i loro soldati"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’uccisione di Soleimani in un raid aereo degli USA a Baghdad avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì ha già scatenato diverse reazioni.

Stando a Mosca, quanto accaduto accrescerà le tensioni in tutto il Medio Oriente. Il vice capo delle Guardie della rivoluzione iraniana Mohammad Reza Naghdi ha infatti già ammonito gli USA: “Devono cominciare a ritirare le loro forze dalla regione islamica da oggi, o cominciare a preparare le bare per i loro soldati”.

 

 

Gli Stati Uniti, dal canto loro, hanno sollecitato i propri cittadini a lasciare l’Iraq immediatamente: “partano per via aerea dove possibile, altrimenti raggiungano altri paesi via terra”.

L’ayatollah Khamenei, guida suprema dell’Iran, ha decretato tre giorni di lutto nazionale nel paese, mentre il leader sciita Moqtada Sadr ha esortato la riattivazione di una milizia scioltasi 10 anni fa, nota per il terrore seminato tra i soldati americani in Iraq.

ats/mrj

Condividi