Htin Kyaw e Aung San Suu Kyi sono arrivati insieme
Htin Kyaw e Aung San Suu Kyi sono arrivati insieme (keystone)

Myanmar, Htin ha giurato

Dietro al nuovo presidente ci sarà Aung San Suu Kyi, che, de facto, prenderà le decisioni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il nuovo presidente del Myanmar (ex Birmania), Htin Kyaw, ha prestato giuramento mercoledì davanti al Parlamento a Naypyidaw, dando avvio a una nuova era per il paese che per decenni è stato sotto il controllo dell’esercito.

Kyaw è arrivato accompagnato da Aung San Suu Kyi. Il 69enne fa parte della cerchia di colei che nel 1991 venne insignita del Nobel per la pace e che sarà, de facto, sopra di lui per tutte le decisioni. L’elezione della donna alla carica non è stata possibile a causa della legislatura in vigore, che non permette a chi ha figli o parenti di un’altra nazionalità di accedere alla guida dello Stato.

La "dama di Rangoon" è pure stata scelta negli scorsi giorni per la guida di un neonato "super-ministero", che comprende, tra gli altri, anche quello degli Affari Esteri.

Grandi speranze della popolazione

Sono numerose le speranze che la popolazione ripone nel nuovo Esecutivo civile: il partito di Aung San Suu Kyi, la Lega nazionale per la democrazia (LND), cui appartiene anche il neo-eletto capo di Stato, ha promesso infatti di dare la priorità all’educazione e alla salute, campi nei quali il paese è tra gli ultimi a livello mondiale. 

afp/mrj

Condividi