Un'immagine scattata qualche giorno fa a Berlino (©Keystone)

Navalny: “sciolto un partito omonimo”

La Corte Suprema russa non ha abolito la formazione del dissidente ma un’organizzazione avversaria con lo stesso nome

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Corte Suprema russa non ha liquidato il partito che Alexey Navalny voleva veder ufficialmente registrato, Russia Futura, ma il partito "avversario" registrato, con lo stesso nome, da Alexander Zorin.

Lo ha chiarito su Twitter Kira Yarmush, portavoce di Navalny. La richiesta di chiusura di Russia Futura è stata avanzata alla Corte dallo stesso ministero dell'Interno. Le agenzie russe avevano riferito in precedenza della liquidazione del partito di Navalny.

"Questo partito non è un partito ma un'accolita di ladri che ha rubato il nostro nome", ha detto Yarmush su Twitter.

 
Ansa/Red.MM
Condividi