Cordoglio a Mosca per il leader ucciso da un killer
Cordoglio a Mosca per il leader ucciso da un killer (reuters)

Nemtsov: spunta un testimone

Una sola persona avrebbe sparato i quattro proiettili che hanno ucciso il leader anti-Putin

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una sola persona avrebbe sparato i quattro proiettili che hanno ucciso Boris Nemtsov colpendolo alla schiena e alla testa nel centro di Mosca. È quanto si evince dal racconto di un presunto testimone, Viktor M., alla tv filogovernativa LifeNews.

Il giovane sostiene che al momento dell'omicidio stava camminando circa 80 metri dietro Nemtsov e la sua ragazza (la modella ucraina Anna Duritskaia, 23 anni), e che dopo gli spari un uomo si è allontanato dal luogo del delitto per salire di corsa su un'auto in seconda fila che si è poi dileguata in un batter d'occhio (alcune fonti parlano di una Lada bianca, altre di una Ford dello stesso colore). 

La versione di Viktor M. (che sarebbe anche la stessa persona che ha chiamato la polizia) sembra confermata da un video pubblicato online da TvTse, secondo cui l'assassinio sarebbe avvenuto venerdì alle 23.31.

Un corteo dell'opposizione si svolgerà domenica nel centro di Mosca per ricordare Boris Nemtsov. Alla manifestazione sono attese migliaia di persone.

ats/joe.p.

Dal TG20

Dal TG12.30:

 

Condividi