Tentato golpe, fallito
Tentato golpe, fallito (keystone)

Notte di fuoco ad Ankara

Fallito il golpe. Erdogan torna ad Istanbul. Oltre 60 morti. 750 militari arrestati - LIVE TICKER 1

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tentato golpe dei militari in Turchia, con i carri armati in strada, elicotteri ed F16 dell'esercito in volo su Ankara e Istanbul, dopo oltre 15 anni di potere del partito islamico di Recep Tayyip Erdogan. Trentasei anni dopo l'ultimo colpo di Stato, l’azione avviata venerdì sera da una parte dell'esercito turco ha spiazzato il mondo. Dopo qualche ora di silenzio, Erdogan ha lanciato un appello affinché tutti i turchi scendessero in strada per opporsi al golpe. Un appello accolto dalla popolazione che ha sfidato i militari, riuscendo a farli desistere dall'usare la forza.

La protesta della popolazione di Ankara
La protesta della popolazione di Ankara (keystone)

Le prime notizie sono state battute dalle agenzie poco prima della mezzanotte turca (le 22.00 in Svizzera), con messaggi sulla chiusura di due ponti sul Bosforo ad Istanbul, e l’annuncio da parte dell’esercito: “Lo abbiamo fatto per ristabilire l'ordine democratico e la libertà, oltre a ripristinare la laicità dello Stato, erosa dal governo islamico di Erdogan”.  In una situazione ancora caotica, si parla di oltre 1'500 golpisti arrestati, incluso un generale e una novantina di morti in vari scontri ad Ankara. Altre vittime e feriti anche a Istanbul.

EDIZIONE SPECIALE DEL TELEGIORNALE, SABATO MATTINA ALLE 9.00, SU LA UNO

LIVE TICKER

 

08.57 - +++ FLASH; FLASH; FLASH +++ È salito ad almeno 90 morti e 1'154 feriti il bilancio degli attacchi durante il fallito tentativo di colpo di Stato in Turchia. Lo riporta l'agenzia statale Anadolu.

08.54- Il Dipartimento federale degli affari esteri ha rivisto le sue raccomandazioni per chi intende recarsi in Turchia, all'indomani del fallito colpo di Stato. "La situazione è incerta e pertanto è bene che chi si reca nel paese sia sempre aggiornato e in contatto con la propria agenzia di viaggio", viene sottolineato in una nota. La situazione è tenuta sempre sotto controllo, ha ricordato il portavoce Stefan von Belov, secondo il quale Berna è in stretto contatto con l'ambasciata svizzera ad Ankara e il consolato generale a Istanbul.

Hassan Rohani
Hassan Rohani (keystone)

08.47 - L'Iran ha chiuso il confine con la Turchia ed ha sospeso i voli verso il paese vicino. Lo riferiscono i media della Repubblica islamica stando ai quali nella notte tra venerdì e sabato, mentre era in corso il tentativo di colpo di Stato contro Erdogan, il presidente iraniano Hassan Rohani ha convocato il Consiglio di sicurezza nazionale e le forze armate iraniane sono state messe in stato di massima allerta

08.37 - +++ FLASH; FLASH; FLASH +++ Sono 1'563 le persone arrestate in seguito al fallito colpo di Stato messo a segno nella notte tra venerdì e sabato in Turchia. Secondo quanto reso noto in precedenza dal ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, i morti negli scontri a fuoco sono oltre una sessantina. Tra le persone sollevate dal loro incarico figurano anche cinque generali e 29 colonnelli.

Il messaggio di Javad Zarif
Il messaggio di Javad Zarif

Javad Zarif
Javad Zarif (keystone)

08.31 - Il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, si è complimentato attraverso twitter con la "coraggiosa difesa della democrazia e del loro Governo eletto da parte del popolo turco. Ciò dimostra che i colpi di stato nellanostra regione sono destinati a fallire".

 

08.03 - La notte calda di Istanbul è stata vissuta anche da Lorenzo Cantoni, professore ticinese dell'USI raggiunto al telefono da Fabio Degli Antoni.

Donald Tusk
Donald Tusk (keystone)

07.22 - L'Unione europea ha lanciato un appello sabato affinché vi sia un "rapido ritorno all'ordine costituzionale in Turchia". All'indomani del  tentativo di colpo di Stato, il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ha ricordato che "i problemi del paese non possono essere risolti attraverso l'uso delle armi e della forza".

06.52 - +++ FLASH; FLASH; FLASH +++ Sono almeno 750 le persone arrestate finora in tutta la Turchia per aver partecipato al tentativo di golpe militare, lanciato nella notte tra venerdì e sabato. Lo ha reso noto il ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, secondo il quale i morti negli scontri a fuoco sarebbero oltre una sessantina. Tra le persone sollevate dal loro incarico figurano anche cinque generali e 29 colonnelli.

 

06.14 - Sono oltre 350 le persone arrestate finora in tutta la Turchia per aver partecipato al tentativo di golpe militare, lanciato nella notte tra venerdì e sabato. Lo riporta NTV.

Caccia ai golpisti
Caccia ai golpisti (keystone)

06.10 -  Sono almeno 60 i morti negli scontri avvenuti ad Ankara durante il tentativo di colpo di stato in Turchia. Lo ha detto il procuratore capo della  capitale turca, aggiornando il precedente bilancio di 42 vittime.  Un elicottero militare in mano ai golpisti che ad Ankara ha bombardato la sede della Turksat, l'autorità delle telecomunicazioni satellitari turche, è stato abbattuto.

05.42 -  "Voglio ringraziarvi per quello che avete fatto stanotte a nome mio e delle nazione". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, parlando all'alba all'esterno dell'aeroporto Istanbul, attorniato da una folla di migliaia di sostenitori che sventola bandiere turche e inneggiava ad Allah.

 

05.35 -  Tentato golpe in Turchia. Nonostante l'esercito lealista abbia ripreso il controllo del paese, nel centro della metropoli sul Bosforo si continua a sentire il rombo assordante dei caccia F-16, ancora in volo a bassa quota. Stando all'agenzia di stampa AFP un aereo avrebbe sganciato una bomba nei pressi del palazzo presidenziale di Ankara.

Binali Yildirim
Binali Yildirim (keystone)

05.17 - Il premier turco Binali Yildirim ha invitato tutti i deputati a riunirsi sabato nel Parlamento di Ankara per una seduta straordinaria dopo il tentativo di golpe in Turchia. Nella sede della Grande Assemblea Nazionale, colpita nelle scorse ore da un attacco bomba, si trovano tuttora barricati alcuni deputati.

 

05.15 - La Turkish Airlines ha annunciato la ripresa dei propri voli civili dall'aeroporto Ataturk di Istanbul a partire dalle 6.00 di stamani, sabato, dopo la chiusura dello scalo durante il tentativo di golpe in Turchia. Attraverso un comunicato, la compagnia di bandiera turca spiega di voler così rispettare "l'appello del presidente Erdogan" per un pronto ritorno alla normalità.

Notte infuocata in Turchia
Notte infuocata in Turchia (keystone)

05.05 - Notte di fuoco in Turchia, con il paese piombato nell'incertezza dopo il tentativo di colpo di Stato messo a segno dall'esercito, che ha occupato strade e cieli con carri armati ed F16.

Un tentativo di golpe durato alcune ore - con scontri a fuoco tra polizia e militari - durante le quali sembrava che i soldati avessero preso il controllo del paese, occupando anche la televisione pubblica e l'aeroporto Ataturk.

Decisivo è stato il messaggio lanciato dal presidente Recep Tayyip Erdogan che, dall'aereo sul quale era in volo, ha invitato i cittadini a scendere in piazza. Solo più tardi, dopo la rivolta dei civili, il presidente è tornato ad Istanbul, accolto dalla folla in festa. Il bilancio parziale della notte parla di 48 morti ed almeno 150 feriti.

Binali Yildirim
Binali Yildirim (keystone)

04.58 -  Il premier turco Binali Yildirim ha ordinato all'esercito lealista di abbattere ogni mezzo aereo che sia ancora in volo sotto il controllo dei militari golpisti. A questo scopo, caccia militari hanno preso il volo dalla base di Eskisehir, nell'Anatolia centrale. In precedenza, Yildirim aveva già annunciato una no-fly zone sulla capitale Ankara, minacciando di abbattere ogni velivolo che l'avesse violata.

I militari golpisti turchi che avevano occupato la sede del gruppo editoriale Dogan a Istanbul, bloccando le trasmissioni della CNN Turk, poi riprese, sono stati arrestati dalla polizia. Lo riferisce la tv statale TRT, anch'essa nelle scorse ore occupata e poi abbandonata dai golpisti.

04.33 - Sono almeno 42 le persone morte negli scontri e negli attacchi avvenuti ad Ankara, durante il tentativo di golpe militare in Turchia. Lo ha detto un procuratore della capitale turca, citato da NTV.

04.30 - L'emittente CNN Turk è tornata in funzione dopo l'interruzione delle trasmissioni per l'ingresso di militari nella sede della televisione. Lo annuncia la stessa  emittente con un tweet.

04.24 - Un generale golpista è stato ucciso e almeno 130 ufficiali dell'esercito turco che hanno partecipato al tentativo di colpo di Stato sono stati arrestati. Lo ha reso noto il premier di Ankara, Binali Yildirim

 

Uno contro tutti, o quasi
Uno contro tutti, o quasi (keystone)

Tentato golpe in Turchia, centinaia di persone al fianco di Recep Tayyip Erdogan
Tentato golpe in Turchia, centinaia di persone al fianco di Recep Tayyip Erdogan (keystone)

03.35 - Parlando con i giornalisti, durante una conferenza stampa improvvisata all'aeroporto di Istanbul, Recep Tayyip Erdogan ha assicurato: "Io sono accanto al mio popolo, non me ne vado da nessuna parte".

 

"Siamo qui, siamo insieme e andremo avanti, non lasceremo il nostro paese in mano a invasori e golpisti. Andrà tutto bene", ha assicurato il presidente turco che ha aggiunto: "Ricacceremo indietro i carri armati. Parliamo di un gruppo di traditori che ha usato le stesse armi che la nazione gli ha affidato per la propria sicurezza". 

 

03.15 - Il colpo di Stato dei militari in Turchia contro Recep Tayyip Erdogan è fallito: lo hanno affermato prima i servizi di intelligence turchi poi il ministro degli Interni e il primo ministro, che hanno fatto sapere anche che la polizia, fedele al presidente-sultano islamico, ha arrestato i militari golpisti, che poche ore prima avevano dichiarato vittoria, seppure solo a Istanbul e ad Ankara, affermando di aver "ripristinato" la normalità.

Il tutto mentre il presidente, in fuga su un aereo privato dal quale avrebbe chiesto asilo - negato - alla Germania e forse anche alla Gran Bretagna quando la situazione era ancora incerta, è riatterrato a Istanbul, accolto da una folla festante di suoi sostenitori. Il golpe è stato sventato, ha annunciato Erdogan in tv, promettendo che i congiurati "pagheranno duramente" per aver "attentato all'unità e alla sovranità nazionale".

In una situazione ancora confusa, si parla di 120 soldati e ufficiali ribelli arrestati, una ventina di morti fra i lealisti e un numero imprecisato di feriti.

Recep Tayyip Erdogan è tornato
Recep Tayyip Erdogan è tornato (keystone)

03.04 - +++ FLASH; FLASH; FLASH +++ Una folla ha accolto all'eroporto di Istanbul Recep Tayyip Erdogan, che si è affrettato a dichiarare: "Il golpe è stato sventato". Il presidente turco, parlando davanti alla televisione di Stato, ha confermato così di essere in grado di controllare la situazione nel paese e ha assicurato: "Coloro che hanno pianificato questo golpe pagheranno duramente". 

Fethullah Gulen
Fethullah Gulen (keystone)

"Il tentativo di colpo di Stato è stata opera di un piccolo gruppo all'interno dell'esercito, che ha usato dei blindati. Ho sentito che nelle forze armate ci sono dei contrasti, ma si tratta di un gruppo piccolo contro tutto il resto delle forze armate e delle forze di polizia", ha aggiunto Erdogan che ha accusato del golpe Fethullah Gulen, un leader religioso che vive dal 1999 in una fattoria di Saylorsburg nei boschi della Pennsylvania.

3.00 - Una cinquantina di soldati golpisti sono stati arrestati a Istanbul. Lo riferiscono i media locali.  Due forti esplosioni sono state udite nei pressi di piazza Taksim a Istanbul, dove proseguono gli scontri tra soldati e poliziotti. Lo riferiscono media internazionali.

02.56 - Una forte esplosione è stata udita all'aeroporto Kemal Ataturk di Istanbul. E' quanto riporta Skynews citando testimoni sul posto. Allo scalo di Istanbul, pochi minuti fa è atterrato il presidente turco Erdogan.

02.46 - Un gruppo di militari è entrato nell'edificio del gruppo editoriale Dogan, di cui fa parte anche la Cnn Turk. Lo ha annunciato in diretta la conduttrice dell'emittente, principale gruppo editoriale indipendente del paese, prima di interrompere le trasmissioni.

 

 

 

02.28 Nell'attacco al Parlamento di Ankara vi sono diversi "morti e feriti". Lo sottolinea il premier turco, Binali Yildirim. La Cnn Turk parla di almeno 12 feriti, di cui almeno due gravi, senza invece dare indicazioni sul numero delle vittime.

02.24 - +++FLASH; FLASH; FLASH +++ Il volo con a bordo il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è atterrato a Istanbul. Lo ha annunciato il ministro della Difesa turco.

Manifestazioni ovunque in Turchia
Manifestazioni ovunque in Turchia (keystone)

02.23 - Una folla di persone si sta recando all'aeroporto Ataturk di Istanbul per accogliere il presidente Recep Tayyip Erdogan in arrivo nella città. Lo riferisce un testimone alla BBC

02.12 - La televisione pubblica TRT è tornata a trasmettere. I militari, che ne avevano preso il controllo, hanno lasciato la sede dell'emittente dopo l'ingresso nell'edificio di una folta folla lealista.

02.10 -  "La situazione è largamente sotto controllo" dopo il tentativo di golpe. Lo afferma il premier turco Binali Yildrim

Coprifuoco violato dalla gente in Turchia
Coprifuoco violato dalla gente in Turchia (keystone)

Golpe in Turchia. I militari non intervengono contro i manifestanti
Golpe in Turchia. I militari non intervengono contro i manifestanti (keystone)

01.56 - Una forte esplosione è stata udita nei pressi del ponte sul Bosforo, sulla sponda europea di Istanbul.

01.56 -  Il ministro degli interni turco Efkan Ala ha dichiarato che il colpo di stato è stato "sventato" e i "golpisti sono stati arrestati". Lo riporta l'agenzia Bloomberg.

01.51 -  L'ufficiale Muharrem Kose, secondo quanto riporta l'agenzia turca Anadolu, sarebbe stato identificato come il regista del tentativo di colpo di Stato in atto in queste ore in Turchia. Kose era stato rimosso nel marzo scorso dallo staff dello Stato maggiore

01.48 - +++ FLASH; FLASH; FLASH +++  Un ordigno è stato lanciato contro la sede del Parlamento turco ad Ankara. La notizia, riportata dall'agenzia statale Anadolu, viene confermata anche da alcuni deputati presenti all'interno nella struttura. Diversi ufficiali di polizia e dipendenti del Parlamento sono rimasti feriti dal lancio di almeno una bomba contro la sede dell'assemblea. All'interno della struttura erano presenti diversi deputati, la maggior parte dei quali fedeli al presidente Erdogan.

 

 

01.46 -  Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, che ha parlato con il ministro degli Esteri turco; ha rivolto un appello "alla calma e al pieno rispetto delle istituzioni democratiche e della sua costituzione"

01.45 - Almeno 13 soldati sono stati arrestati mentre cercavano di entrare nel palazzo presidenziale di Erdogan ad Ankara. Lo riferisce l'agenzia statale Anadolu.

01.41 -  Il tentativo di golpe dei militari in Turchia è stato sventato. Lo sostengono fonti dell'intelligence turca, fedele al presidente Erdogan, citate dalla CNN Turk

Angela Merkel
Angela Merkel (keystone)

01.36 -La Germania sostiene il Governo della Turchia democraticamente eletto. Lo scrive su Twitter  il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel sottolineando  che «deve essere rispettato l'ordine democratico» in Turchia

 

John Kerry
John Kerry (keystone)

01.32 - "Gli Stati Uniti  guardano con grave preoccupazione gli eventi in corso in Turchia". Lo afferma il segretario di Stato americano, John Kerry, in una nota, sottolineando di aver avuto un colloquio telefonico con il ministro degli esteri turco Cavusoglu. «Ho messo in evidenza il sostegno assoluto degli Stati Uniti per il governo turco  democraticamente eletto e per le istituzioni democratiche».

 

01.30 - +++ FLASH, FLASH, FLASH +++ Ad Ankara sono in corso scontri tra i militari lealisti al presidente Erdogan e soldati che partecipano al golpe. Lo riferiscono diverse fonti sul posto. Nelle strade della capitale resta in vigore il coprifuoco.

01.25 - Gli Stati Uniti premono affinché siano evitate violenze in Turchia. Lo afferma la Casa Bianca, sottolineando che il Dipartimento di Stato e' concentrato sulla sicurezza degli americani in Turchia.

01.24 - Un colonnello e tre soldati sono stati arrestati dalla polizia militare turca nei pressi dell'aeroporto Ataturk di Istanbul. Lo riferiscono media locali.

01.15 - Almeno 17 poliziotti sono rimasti ucci nell'assalto compiuto dai militari contro la sede centrale della sicurezza ad Ankara. Lo riporta la Cnn Turk.

01.01 - "La rivolta è opera di un piccolo gruppo di soldati ma il popolo è con noi. Domani mattina avremo una riunione di emergenza". Lo ha detto in diretta, parlando su Facetime dall'interno dell'assemblea, il presidente del parlamento turco, Ismail Kahraman.

00.43 - Alcuni muezzin, dalle moschee di Istanbul, hanno invitato la popolazione a scendere in strada, seguendo quindi l'esortazione del presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

 

00.38 - Si spaccano le forze armate turche di fronte al golpe. Il capo della Marina militare turco, Bostan Oglu, ha detto che "le forze sotto il suo controllo non aderiscono alla sollevazione". Lo riporta la CNN turca.

00.37 - "La Nato sta seguendo la situazione da vicino, è tutto quello che possiamo dire al momento". Così il portavoce dell'Alleanza Atlantica sul tentativo di colpo di stato in Turchia.

Un ponte che unisce e divide
Un ponte che unisce e divide (keystone)

00.28 - Spari e scene di guerra civile sul ponte sul Bosforo. E' quanto si vede dalle immagini trasmesse in diretta da uno dei ponti che uniscono la parte europea di Istanbul con quella asiatica. Immagini che registrano tantissime sparatorie, auto bloccate e anche persone a terra. Gli spari potrebbero essere opera dell'esercito contro gruppi di persone che tentano di attraversare il ponte

Le proteste della popolazione ad Ankara
Le proteste della popolazione ad Ankara (keystone)

00.23 - Dopo l'appello di Erdogan a "resistere" e scendere in strada contro il golpisti, centinaia di turchi si sono riversati in alcune piazze di Istanbul e Ankara. Si registrano diversi scontri con gruppi che, invece, stanno sostenendo l'azione dei militari.

00.11 - E' in corso un nuovo attacco da parte di aerei ed elicotteri militari contro la sede centrale della sicurezza ad Ankara. Si tratta del secondo raid dopo quello che, circa un'ora fa, i militari avevano condotto contro le forze di polizia della capitale turca.

Carri armati nelle strade in Turchia
Carri armati nelle strade in Turchia (keystone)

00.06 – Secondo Al Jazeera scontri a fuoco sono in corso tra la polizia anti-sommossa e l'esercito turco in piazza Taksim a Istanbul.

23.52 – Secondo la CNN turca nell'edificio che ospita la televisione pubblica TRT ad Ankara "è avvenuta un'esplosione".

23.37 -  Il consolato di Francia a Istanbul raccomanda ai francesi presenti nel paese di restare a casa: è quanto riferiscono i media di Parigi.

23.36 - Una riunione di emergenza è stata convocata presso il ministero della difesa greco tra i vertici dell'esercito, della marina e dell'aeronautica. Lo riporta il Wall Street journal.

Recep Tayyip Erdogan
Recep Tayyip Erdogan (keystone)

23.43 - Recep Tayyip Erdogan ha parlato in diretta ad uno smartphone di una giornalista della CNN turca. "Sono ancora il presidente della Turchia. Resistete al colpo di Stato nelle piazze e negli aeroporti", ha dichiarato il presidente turco.

bin

Condividi