Notte di fuoco per l'Etna

Una colata generata da un trabocco sul fianco orientale del cono ha percorso circa 150-200 metri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nuovo evento parossistico sull'Etna con fontane di lava pulsanti dal cratere di Sud-Est, il quarto in quattro giorni. Una colata generata da un trabocco sul fianco orientale del cono ha percorso circa 150-200 metri.

Secondo il monitoraggio dell'Istituto nazionale italiano di geofisica e vulcanologia-Osservatorio etneo di Catania l'ampiezza media del tremore vulcanico mostra valori elevati con tendenza all'incremento.

La sorgente del tremore risulta localizzata al di sotto del cratere di Sud-Est, nell'intervallo di profondità tra 2'800 e 2'900 metri sopra il livello del mare. Anche l'attività infrasonica ha raggiunto livelli elevati; il tasso di accadimento e l'energia dei transienti infrasonici sono in aumento.

Il professor Marco Viccaro, neo presidente dell’associazione dei vulcanologi italiani, spiega così la vivace attività eruttiva del vulcano: "Il magma proviene dal profondo e non ha avuto ancora il tempo di perdere il quantitativo originario di gas".

ats/joe.p.

Condividi