Omaggi floreali per le vittime
Omaggi floreali per le vittime (reuters)

Parigi, 129 morti e 352 feriti

Parla il procuratore della capitale francese: "Attentati coordinati" - Inchiesta aperta pure in Belgio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il procuratore di Parigi ha fornito sabato in serata nuovi dettagli sugli attentati avvenuti venerdì sera a Parigi.

 

I morti sono 129, 89 nella sala da concerti Bataclan, tra cui sette terroristi (e non otto come fino ad ora era stato riportato da diverse fonti - uno è stato formalmente identificato). Sale il bilancio dei feriti: 352, di cui 99 gravi.

 

François Moulin ha pure spiegato, durante una conferenza stampa, che sono tre le squadre di terroristi che sono entrate in azione in diversi punti della città, aggiungendo che durante gli scontri avvenuti con le forze dell’ordine, gli assalitori hanno evocato "la Siria e l’Iraq".Tutti erano dotati di cintura esplosiva.

Inoltre, una vettura che sarebbe stata usata dagli estremisti aveva targhe immatricolate in Belgio dove, nel frattempo, sono stati effettuati numerosi arresti e dove la procura ha aperto un’inchiesta.

La nazionalità dei morti

Secondo le informazioni fornite alla stampa i primi morti identificati sarebbero di nazionalità belga (2), tunisina (2), rumena (2), britannica (1), spagnola (1), statunitense (1) e portoghese (1). Una cittadina svizzera avrebbe riportato ferite ma non gravi.

Reuters/AlesS

Dal TG20:

La guerra di Parigi

La guerra di Parigi

TG di sabato 14.11.2015

Condividi