L'ex premier italiano Silvio Berlusconi (keystone)

Perizia medica per Berlusconi

I legali dell'ex-premier hanno chiesto un ennesimo rinvio del processo Ruby ter per problemi di salute, ma i giudici vogliono vederci chiaro

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Al processo Ruby ter sulla corruzione di testimoni, è ancora duello tra procura e difesa sulla salute di Silvio Berlusconi. I legali dell'ex premier chiedono un nuovo rinvio, indicando una serie di patologie e il riposo assoluto ordinato da vari medici al loro assistito. Per la procuratrice si tratta di problemi legati alla vecchiaia, che non devono costringere 50 persone a rinviare il dibattimento. Alla fine i giudici hanno deliberato una perizia medico legale sulla situazione di Berlusconi.

Secondo l'ANSA, sarà il professore Riccardo Zoia, del dipartimento di Scienze biomediche per la salute dell'Università Statale di Milano e direttore della Sezione di medicina legale, il medico alla guida del pool, composto anche da un cardiologo e da uno psichiatra, incaricato dai giudici della settima penale milanese di effettuare la perizia.

L'inchiesta Ruby ter riguarda la presunta corruzione di testimoni del processo Ruby con le finalità di una falsa testimonianza a favore di Berlusconi. Secondo le indagini della Procura, l'ex presidente del Consiglio avrebbe versato 2'500 euro con regolarità ogni mese ad alcuni ospiti delle serate di Arcore e Palazzo Grazioli per comprare il loro silenzio. Berlusconi si è sempre difeso affermando di aver versato quelle cifre come indennizzo per il danno d'immagine recato alle ragazze dal clamore dell'inchiesta

ANSA/Bleff
Condividi