Al filo spinato verrà aggiunta una barriera con pali di acciaio alti 5 metri e mezzo, lunga 187 km (keystone)

Polonia, il muro diventa realtà

Al via della barriera anti-migranti, separerà il Paese dalla Bielorussia: lunga 187 km, con di torri di guardia e sensori di movimento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tutto è pronto in Polonia per la costruzione del muro lungo tutta la fascia di confine con la Bielorussia. Un’opera che nasce per bloccare il flusso migratorio che il Paese si è trovato a fronteggiare negli ultimi mesi.

"Lunedì sono apparsi i primi macchinari sul terreno destinato alla costruzione del muro. Da martedì le ditte appaltatrici hanno l'autorizzazione per iniziare i lavori", racconta il collaboratore della RSI a Varsavia Fabio Turco. "Si tratta di un muro costituito da pali di acciaio alti 5 metri e mezzo, e lungo 187 km, dotato di torri di guardia e sensori di movimento. Una costruzione che è anche molto costosa, circa 362 milioni di franchi, quasi interamente coperti dallo Stato polacco".

"Il progetto ha origine a ottobre dello scorso anno, quando è stato annunciato dal ministro degli interni Kaminsky. Eravamo all'apice della crisi migratoria tra Polonia e Bielorussia, innescata dal regime di Alexander Lukashenko. Migliaia di persone, per la maggior parte provenienti dal Medio Oriente, avevano cercato di raggiungere l'Unione Europea attraverso il confine polacco, un'azione coordinata da Minsk e che aveva portato a una situazione di altissima tensione".

Come viene accolta la costruzione del muro da parte della popolazione?

"L'opinione pubblica si è spaccata tra chi vede in questo muro una protezione e chi invece lo ritiene una vergogna. Protestano anche le organizzazioni ambientaliste. Il muro taglierà gran parte dei boschi dell'ultimo lembo della foresta vergine europea, patrimonio inestimabile per flora e fauna. Qui vivono linci, caprioli, cervi, lupi e trovano casa gli unici esemplari del bisonte europeo. La barriera bloccherà il loro naturale passaggio. Già l'attuale rete di filo spinato ha provocato numerose vittime tra gli animali rimasti impigliati nelle maglie metalliche. Anche per questo si preannuncia una manifestazione di protesta sia a Varsavia che nella foresta stessa".

SEIDISERA/M.Ang.
Condividi