Il boss del Clan del Golfo: Dairo Antonio Usuga noto come Otoniel (Keystone)

Preso il boss super ricercato Otoniel

Il 50enne narcotrafficante è stato arrestato in Colombia - Il presidente saluta il successo: "è paragonabile solo alla caduta di Escobar"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una grande operazione militare, condotta nella giungla colombiana vicino al confine panamense, ha portato all'arresto del boss della droga super ricercato Dairo Antonio Usuga, conosciuto con il nome di Otoniel, a capo del Clan del Golfo, la banda di narcotrafficanti più potente della Colombia..

La cattura è stata resa nota nella serata di sabato dalle autorità di Bogotà. Il 50enne deve rispondere dei più diversi reati, fra cui omicidi plurimi e traffico di tonnellate di cocaina, proveniente dalla regione di Uraba del dipartimento di Antioquia, verso numerosi paesi. Tra questi anche gli Stati Uniti che avevano offerto 5 milioni di dollari a chiunque avesse fornito informazioni utili per giungere a individuare il latitante.

RG 12.30 del 24.10.21: il servizio di Chiara Savi
RG 12.30 del 24.10.21: il servizio di Chiara Savi
 

Per il presidente Ivan Duque "è il colpo più duro che è stato inferto al traffico di droga in questo secolo nel nostro paese. È paragonabile solo alla caduta di Pablo Escobar".

All'operazione, avvenuta a Necocli, nel nord-ovest del paese, con il sostegno dei servizi di informazioni di Washington e Londra, hanno preso parte almeno 500 militari e poliziotti. Uno di loro è deceduto nel corso dell'intervento che ha mobilitato anche 22 elicotteri.

Dairo Antonio Usuga era diventato il leader della più potente organizzazione criminale colombiana dopo la morte del fratello Juan de Dios, detto "Giovanni", durante gli scontri con la polizia nel 2012. Imbracciate le armi all'età di 18 anni alla fine degli anni Ottanta come guerrigliero nell'Esercito popolare di liberazione (EPL), gruppo marxista smobilitato nel 1991, era poi tornato a combattere nei gruppi paramilitari di estrema destra che fino agli anni 2010 hanno condotto una feroce lotta contro la guerriglia di sinistra. Il governo colombiano accusa il Clan del Golfo di essere uno dei responsabili della peggiore ondata di violenza che scuote il paese dalla firma dell'accordo di pace nel 2016 con i guerriglieri delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC).

Diem/ATS
Condividi