Putin sembra tendere la mano, ma non troppo, alle autorità ucraine
Putin sembra tendere la mano, ma non troppo, alle autorità ucraine (Reuters)

Putin "bacchetta" l'Ucraina

Il capo del Cremlino mostra magnanimità nei riguardi di Kiev, ma le addossa ogni colpa possibile

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In Crimea venerdì per una riunione del Consiglio di Sicurezza della Russia, Vladimir Putin ha voluto fare il (suo) punto sulle relazioni tra Mosca e Kiev. In merito ai rapporti con i vertici dell’Ucraina, il presidente russo ha spiegato che il suo Governo "non sta pianificando di ridurre le relazioni nonostante a Kiev non vogliano avere rapporti diplomatici tra ambasciatori, ma cercheremo possibilità per creare contatti e mantenerli".

In merito a quelle che Putin considera tentate azioni di sabotaggio ucraine nella penisola contesa, ha inoltre rimarcato di auspicare "che queste provocazioni non siano la scelta finale dei nostri partner e che il buonsenso prevalga".

Infine, il capo del Cremlino ha segnalato che a suo avviso le autorità ucraine sono "riluttanti o impossibilitate ad attuare gli accordi di Minsk” ed è per questo che per Putin hanno tentato di destabilizzare la Crimea con i tentativi di sabotare strutture come tralicci dell’alta tensione. A suo parere i vertici di Kiev "non sono in grado di spiegare al loro popolo i grossi errori compiuti in campo socioeconomico".

 

Dal TG20:

Putin in Crimea

Putin in Crimea

TG 20 di venerdì 19.08.2016

Condividi