Il gruppo nega di aver mai truccato i risultati dei test sulle emissioni (Reuters)

Renault sotto accusa in Francia

La casa automobilistica sospettata di frode nell’ambito dell’inchiesta sul Dieselgate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Renault è finita nel mirino della giustizia francese, nell’ambito dell’inchiesta aperta nel 2017 sullo scandalo Dieselgate, che accusa la casa automobilistica di frode sui dati delle emissioni dei motori della serie Euro 5 (2009-2011) e Euro 6B (2013-2017).

L’azienda ha comunicato che dovrà depositare 20 milioni di euro per eventuali multe e altri 60 milioni per possibili risarcimenti danni, ma contesta l’accusa. Il gruppo assicura di non aver impiegato nessun tipo di programma per falsare i risultati dei test sulle emissioni, come quelli impiegati da Volkswagen.

L'ex patron di Renault, Carlos Ghosn, è stato interrogato in qualità di testimone a fine maggio a Beirut dai magistrati francesi, secondo fonti giudiziarie libanesi e francesi.

 
AFP/Reuters/sf
Condividi