Un'immagine scattata lunedì mattina a Gerusalemme (©Keystone)

S'aggrava il bilancio a Gerusalemme

Lunedì mattina manifestanti palestinesi e polizia si sono nuovamente scontrati - I feriti sono ora almeno 215

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La polizia ha riportato una calma precaria sulla Spianata delle Moschee dopo gli scontri di lunedì mattina. Lo sostengono le stesse forze dell’ordine aggiungendo che gli agenti feriti durante gli incidenti sono 10 e 2 di loro sono stati portati in ospedale.

Secondo la Mezzaluna Rossa il numero dei feriti o dei contusi tra i manifestanti palestinesi negli scontri è invece salito a 215. Di questi - ha spiegato la stessa fonte citata dai media - circa 154 sono stati portati in ospedale e di questi 4 in gravi condizioni.

L'ospedale al-Makassed di Gerusalemme est, riferiscono i media, ha proclamato lo stato di emergenza, mentre la Spianata delle moschee appare come un campo di battaglia, aggiunge la radio militare.

Ieri, domenica, gli scontri sono cominciati subito dopo le preghiere di Laylat Al-Qadr, la più sacra notte di Ramadan. Il bilancio è stato in questo caso di un centinaio di feriti. Le proteste proseguono da giorni contro il possibile sfratto di famiglie palestinesi a vantaggio di coloni israeliani.

Nel corso della notte tra sabato e domenica è anche stato lanciato un razzo da Gaza verso Israele. In risposta l’aviazione israeliana ha colpito una posizione militare di Hamas.

Israele, ancora tensioni

Israele, ancora tensioni

TG di lunedì 10.05.2021

 
ATS/SP
Condividi