Migranti sbarcano al porto di Lampedusa dalla nave Aquarius
Migranti sbarcano al porto di Lampedusa dalla nave Aquarius (Reuters)

Soccorsi oltre 5'600 migranti

Tante le imbarcazioni in difficoltà nel Mediterraneo. Marcia a Lampedusa per ricordare la strage di tre anni fa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I guardiacoste italiani hanno reso noto lunedì di aver coordinato in mattinata il soccorso a oltre 5'600 migranti al largo della Libia, nel giorno in cui il paese commemora il naufragio che tre anni fa costò la vita a 366 persone. Le prime imbarcazioni sono state intercettate già all'alba, tra cui pure un peschereccio con oltre 700 persone a bordo. In totale è stata soccorsa una dozzina tra gommoni e altri navigli. Le operazioni sono ancora in corso.

 

L'attività dei guardiacoste e delle navi schierate dalle organizzazioni umanitarie ha riguardato sia il Canale di Sicilia, non lontano da Lampedusa, sia le acque al largo della Libia, dove sono operative sia la Aquarius dell'ONG SOS Méditerranée, sia il naviglio Topas Responder del MOAS (Migrant Offshore Aid Station - il nostro reportage).

E, a tre anni dalla strage di profughi del 3 ottobre 2013, a Lampedusa si è svolta nel pomeriggio una marcia in ricordo delle vittime di quella tragedia, a cui hanno partecipato pure alcuni superstiti di quel naufragio. Intanto, poco prima dell'evento, una motovedetta dei carabinieri ha intercettato una barca con 13 tunisini, trasferiti poi sull’isola siciliana.

Reuters/ANSA/EnCa

Il nostro dossier: Le vie dei migranti

Condividi