Dati sensibili sono stati trafugati dal telefono del primo ministro spagnolo, Padre Sanchez
Dati sensibili sono stati trafugati dal telefono del primo ministro spagnolo, Padre Sanchez (Keystone)

Spagna: violato il telefono del primo ministro

Infettato anche quello della ministra alla difesa; dati trafugati da entrambi gli apparecchi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I telefoni del primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez, e della ministra alla difesa, Margarita Robles, sono stati infettati dallo "spyware" Pegasus tra maggio e giugno 2021. Dati sensibili sono stati rubati da ambedue i dispositivi. Lo ha annunciato oggi, 2 maggio, il Governo spagnolo senza indicare possibili autori dello spionaggio "compiuto senza autorizzazione giudiziaria".

Il Pegasus è un programma dell’israeliana NSO, venduto solo a governi, che è usato per combattere il terrorismo e il crimine organizzato. Tuttavia, due anni fa, il The Guardian e il El Paìs ne avevano scoperto l’utilizzo per spiare membri del parlamento catalano e alcuni attivisti pro-indipendenza. Il caso si è allargato il 18 aprile con un nuovo rapporto del Citizen Lab di Toronto, che ha fatto 65 nomi di vittime.

Pegasus, parla l'esperto

Pegasus, parla l'esperto

TG 20 di sabato 24.07.2021

 

La storia aveva assunto carattere mondiale nel 2021, quando l’inchiesta di Forbidden Stories svelò come migliaia di telefoni di giornalisti, attivisti e politici fossero stati violati e spiati da governi, anche autoritari. Si confermò quindi l’utilizzo di questo programma come strumento per perseguire il dissenso politico.

Israele e lo scandalo Pegasus

Israele e lo scandalo Pegasus

TG 12:30 di martedì 08.02.2022

AP/JKM
Condividi