Una sostenitrice dei diritti civili all'ultimo Chicago Pride
Una sostenitrice dei diritti civili all'ultimo Chicago Pride (keystone)

Stati Uniti, tutelate le nozze gay

Il provvedimento votato dal Congresso chiede di riconoscerle tra Stati (senza imporre l'obbligo) - Si anticipano così eventuali mosse della Corte suprema

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo il via libera del Senato, anche la Camera dei rappresentanti statunitense (con 258 sì e 169 no), ha approvato il provvedimento che tutela, a livello federale, le nozze gay.

Con il disco verde del Congresso, la misura arriva ora sul tavolo del presidente Joe Biden per la firma che la trasforma in legge.

Il Senato aveva approvato il 29 novembre la legge bipartisan per tutelare i matrimoni tra persone dello stesso sesso e interrazziali. Sebbene non stabilisca l'obbligo nazionale di legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso, il provvedimento chiede di riconoscere le nozze gay da uno Stato all'altro: (uno Stato potrebbe ancora approvare una legge per vietarle, ma sarebbe tenuto a riconoscere quelle celebrate in un altro Stato).

La legge è stata voluta dall'amministrazione Biden dopo la scioccante decisione della Corte suprema che, a giugno, ha rovesciato la sentenza "Roe vs Wade" che garantiva il diritto all'aborto.

ATS/M. Ang.
Condividi