Fiori deposti sulla promenade des Anglais di Nizza, in memoria delle vittime dell'attacco terroristico, sferrato il 14 luglio del 2016 (reuters)

Strage di Nizza, complice agli arresti

Individuato in Italia un 28enne albanese ritenuto responsabile di aver fornito armi all'autore dell'attentato del luglio del 2016

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Individuato e agli arresti, in Italia, l'uomo ritenuto complice dell'autore della strage di Nizza del luglio 2016. Si tratta di un 28enne albanese al centro di un mandato d'arresto europeo, poichè reputato responsabile di aver fornito armi al tunisino Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, colui che sferrò l'attacco terroristico nella città francese.

L'uomo è stato arrestato per strada in una località del Casertano. Era con un bimbo, probabilmente il figlio della sua attuale compagna, e con altri suoi connazionali. Le indagini degli inquirenti italiani puntano ora a identificare la rete di fiancheggiatori che ha coperto il 28enne.

Mohamed Lahouaiej-Bouhlel era alla guida del TIR lanciato a tutta velocità sulla Promenade des Anglais, gremita di persone per la ricorrenza della festa nazionale francese. Il veicolo travolse e uccise 86 persone, fra le quali molti bambini. Un centinaio, le persone rimaste ferite. L'attentatore morì sotto i colpi d'arma da fuoco esplosi dalla polizia contro la cabina di guida.

ANSA/ARi

Condividi