Il presidente della Confederazione al summit di Praga
Il presidente della Confederazione al summit di Praga (Keystone)

"Sull'energia è indispensabile il dialogo tra Stati"

Il presidente Ignazio Cassis, presente alla Comunità politica europea di Praga, ha diretto la tavola rotonda sul tema più elettrizzante e caldo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“È indispensabile il dialogo sull’energia per far fronte alla minaccia esterna che ci è caduta addosso”. Con queste parole il presidente della Confederazione Ignazio Cassis, presente oggi al summit della prima Comunità politica europea, ha sintetizzato per la stampa le discussioni avvenute attorno alla tavola rotonda su economia, energia e clima.

Al Castello di Praga Cassis ha diretto, assieme al primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis, una discussione cui hanno partecipato i Paesi membri dell’Unione europea, i Paesi dello Spazio economico europeo, nonché anche quegli Stati che vogliono diventare membri dell’UE. La stessa Ucraina era presente.  

"È stato molto interessante - ha detto Cassis -  vedere come siamo tutti partecipi di uno stesso destino. Perché il problema dell’energia oggi ci coinvolge tutti. La Russia, con la sua aggressione, ha messo tutto il continente sotto pressione da questo punto di vista".

Secondo il presidente della Confederazione il dialogo tra i Paesi sarà la chiave di tutto:  "Le diverse strutture istituzionali devono trovare la possibilità di dialogare, perché la corrente passa da un Paese all’altro e gli stoccaggi di gas devono poter essere fatti in comune anche in ragione delle diverse dimensioni degli Stati".

A margine del vertice, Cassis ha colto l'occasione per svolgere alcuni colloqui bilaterali. Si è in particolare intrattenuto più a lungo con il presidente francese Emmanuel Macron, con il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi e con i primi ministri di Belgio, Portogallo e Spagna.

 
TG/ATS/Spi
Condividi