Gente in fuga dal centro commerciale teatro degli spari (keystone)

Tre morti al centro commerciale

Copenhagen, arrestato il 22enne autore della sparatoria di domenica che ha causato anche diversi feriti tra cui tre in gravi condizioni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E' di tre morti e diversi feriti, il numero non è stato precisato dalle autorità ma si sa che tre persone risultano ferite in modo grave, il bilancio della sparatoria avvenuta ieri, domenica, in un centro commerciale di Copenaghen, la capitale della Danimarca. Le tre vittime sono un uomo sulla quarantina e due giovani la cui età non è stata specificata.

Un 22enne arrestato dopo l'accaduto è noto alle forze dell'ordine "ma solo marginalmente", ha detto l'ispettore capo Soren Thomassen. Il ragazzo, armato, secondo i testimoni di un grosso fucile, è stato fermato senza violenza poco dopo l'arrivo della polizia nei pressi del grande centro commerciale Fields, situato tra il centro cittadino e l'aeroporto di Copenhagen. Le motivazioni del sospettato, descritto dalla polizia come un "danese etnico" di 22 anni, restano poco chiare. "Non è qualcuno che conosciamo particolarmente".

Massiccio intervento delle forze dell'ordine
Massiccio intervento delle forze dell'ordine (keystone)

"Sui social vediamo scrivere che si tratterebbe di un movente razzista, ma non posso dire che in questo momento abbiamo qualcosa che supporti tale ipotesi”, ha precisato il capo dell'inchiesta. La polizia ha invece confermato che sta indagando su video pubblicati online che mostrano il sospettato mentre si punta armi alla tempia e che metterebbero in discussione le sue condizioni psichiche. Secondo gli inquirenti si tratterebbe del gesto di “un folle e non di un attentato di matrice terroristica, anche se questa pista non viene ancora del tutto esclusa”.

ATS/AFP/ANSA/Swing
Condividi