L'aula del processo a Silivri è blindata
L'aula del processo a Silivri è blindata (reuters)

Turchia, è l’ora dei processi

Si apre a Istanbul la prima udienza contro 29 militari accusati di aver partecipato al tentato golpe

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il primo processo contro i militari sospettati di aver preso parte al colpo di Stato del 15 luglio si è aperto oggi, martedì, a Istanbul. Ventinove poliziotti compariranno davanti alla corte per essersi rifiutati di proteggere il presidente Recep Tayyip Erdogan durante quella notte, quando morirono 240 persone.

Le accuse sono molteplici: “tentativo di sovversione dell’ordine costituzionale”, “tentativo di rovesciare il governo o di impedirgli di compiere il proprio dovere” e “appartenenza a una organizzazione terroristica armata”. La prima udienza dovrebbe durare quattro giorni e si svolgerà nella più grande aula della Turchia, in un palazzo in fronte al carcere di Silivri, nella periferia della metropoli turca.

Dopo il fallito golpe, le autorità turche hanno arrestato 40'000 persone sospettate di averne preso parte, mentre altre 100'000 sono state licenziate o sospese in seguito a un inasprimento delle regole che ha punito principalmente le cariche militari.

ats/reuters/mamo

Condividi