Kavala in un'immagine scattata oggi al termine del processo nel quale è stato assolto (©Keystone)

Turchia, Kavala resta in prigione

Emanato un nuovo mandato d’arresto nei confronti del mecenate appena assolto dopo aver trascorso 2 anni e mezzo di carcerazione preventiva

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo due anni e mezzo di carcerazione preventiva, la giustizia turca ha emesso oggi, martedì, un altro mandato d’arresto nei confronti di Osman Kavala.

L'imprenditore e mecenate era appena stato assolto, per assenza di prove, da un processo che lo vedeva imputato per aver partecipato alle proteste antigovernative di Istanbul del 2013.

Kavala è stato arrestato con l’accusa di aver partecipato al mancato colpo di Stato del 2016. La sua incarcerazione si aggiunge ai 766 mandati d’arresto emanati ieri, lunedì, nei confronti di persone accusate di essere affiliate alla rete di Fethullah Gulen e di aver orchestrato il controverso tentativo di golpe del 15 luglio 2016.

ATS/PSo
Condividi