Il negoziatore repubblicano Richard Shelby (Keystone)

USA, accordo anti shutdown

Convergenza tra democratici e repubblicani sulla costruzione del "muro" col Messico. Assegnati 1,375 miliardi di dollari per l'opera

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo shutdown del 15 febbraio sembra scongiurato. Lo hanno annunciato poco fa fonti del Congresso, tra le quali il senatore repubblicano dell'Alabama Richard Shelby, riportate dai media americani.

 

Un accordo in linea di principio sull'edificazione non del muro ma di barriere al confine con il Messico tra cui decine di chilometri di reticolato e sul conseguente finanziamento sarebbe stato trovato. Democratici e repubblicani avrebbero concordato l'assegnazione di 1,375 miliardi di dollari l'opera. A fine gennaio le parti avevano concordato un budget transitorio per tre settimane, che aveva messo fine a cinque settimane di sospensione del lavoro per la parte non essenziale dell'amministrazione pubblica, lo stop più lungo della storia del paese.

Ora si attende la risposta della Casa Bianca. Donald Trump era lunedì ad El Paso, proprio per ribadire la necessità di costruire il muro che, secondo lui, "salverà delle vite". La città texana era stata citata dal presidente anche la settimana scorsa nel suo discorso annuale al Congresso, durante il quale aveva detto che "dalla costruzione della barriera non è più una delle città più violente degli Stati Uniti". Affermazione scorretta, cifre alla mano, visto che la criminalità era già calata di un terzo in precedenza, tanto che l'esponente democratica locale Veronica Escobar aveva chiesto scuse ufficiali. E Trump ne aveva approfittato per attaccare i "fact checker", definiti "tra i giornalisti più disonesti".

Usa, accordo incerto

Usa, accordo incerto

TG 20 di martedì 12.02.2019

 
Shutdown, l'accordo

Shutdown, l'accordo

TG 12:30 di martedì 12.02.2019

 
Reuters/ATS/OrtellRo/pon
Condividi