Il direttore dell'Fbi Christopher Wray teme nuove ingerenze russe
Il direttore dell'Fbi Christopher Wray teme nuove ingerenze russe (Keystone)

USA in allerta su ingerenze russe

Il direttore dell'FBI, in vista delle presidenziali 2020, aumenta gli agenti e il personale informatico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Russia continua a rappresentare una significativa minaccia in vista delle presidenziali negli Stati Uniti del 2020. Lo sostiene il direttore dell'FBI, Christopher Wray.

Wray. esprimendosi a Washington dinanzi al Consiglio sulle relazioni estere (CFR), ha affermato che la Russia, così come già in occasione delle presidenziali del 2016, ha cercato di influenzare le elezioni di "mid-term" lo scorso novembre, senza però che si registrassero interferenze sulle infrastrutture elettorali.

Il capo dell'ente investigativo federale ha sottolineato il ricorso intensivo, da parte della Russia, "alle reti sociali, ai falsi profili, alle informazioni false e alla propaganda".

Per rafforzare le operazioni di controspionaggio e impedire nuove ingerenze nel voto, è stato potenziato l'effettivo di agenti e analisti informatici.

ATS/Trem

Condividi