L'elenco delle vittime delle stragi da armi da fuoco davanti alla Casa Bianca
L'elenco delle vittime delle stragi da armi da fuoco davanti alla Casa Bianca (Emiliano Bos)

USA, lanciafiamme legale

Nel paese è possibile acquistare non solo fucili e pistole. Da più parti si chiede un maggior controllo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Emiliano Bos

I fatti prima di tutto. Negli Stati Uniti muoiono 83 persone al giorno, in totale 33'000 all’anno a causa delle armi da fuoco. Più vittime degli incidenti stradali, mi spiega Sally Brooker. La incontro davanti alla Casa Bianca. Viene qui tutti i lunedì, insieme agli attivisti del gruppo “We the people for sensible gun laws”.

Ogni lunedi questi attivisti protestano davanti alla Casa Bianca per chiedere nuove norme sulle armi
Ogni lunedi questi attivisti protestano davanti alla Casa Bianca per chiedere nuove norme sulle armi (Emiliano Bos)

Contro quella che in molti considerano l’epidemia delle armi (New York Times compreso), chiedono regole di buon senso. Le stesse che implora Barack Obama da tempo. Ma il Congresso di Washington non le approva. Qualche giorno fa, il Senato a maggioranza repubblicana ha respinto la re-introduzione del divieto di vendere armi d’assalto. Le stesse – tanto per capire – usate nell’ultima strage a San Bernardino, in California, dove 14 persone sono state uccise da una coppia di origine pakistana. Quelle armi erano stato acquistate regolarmente.

I 14 morti del massacro a San Bernardino sono gli ultimi di un lungo elenco di stragi in USA
I 14 morti del massacro a San Bernardino sono gli ultimi di un lungo elenco di stragi in USA (Emiliano Bos)

Venerdì scorso, nel “black Friday” che qui apre la stagione dei saldi, ne sono state vendute 185'000. Le lobby delle armi – in primis la potente National Rifle Association – brindano. Ma in America non si comprano solo pistole e fucili. Con 1'600 dollari si può tranquillamente acquistare un lanciafiamme, vietato dalle convenzioni internazionali e scartato ormai persino dall’esercito americano. Però è legale nella terra delle libertà e del Secondo Emendamento.

Nella sua piccola azienda di Cleveland (Ohio), Quinn Whitehead produce il modello X-15, con un getto di fiamme fino a oltre 15 metri di distanza. Mi racconta che il mercato va bene, le vendite avvengono via internet. Presto metterà in vendita un secondo modello. A molti americani le armi – anche quelle pericolose – continuano a piacere.

 
 
Condividi