L'analisi dell'economista russo Sergei Guriev

TG 12:30 di mercoledì 21.09.2022

(Keystone)

Un inverno difficile per l’economia russa

Secondo un ex consulente del Cremlino Putin è in corsa contro il tempo prima di vedere prosciugarsi le risorse finanziarie

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La decisione di Vladimir Putin di dichiarare la mobilitazione parziale fa parte della corsa contro il tempo prima che la situazione economica russa precipiti, secondo Sergiei Guriev. L’ex rettore dell'Università economica di Mosca ed ex consulente del Governo, che da dieci anni è fuggito all'estero, sottolinea che la Russia ha mezzi finanziari sufficienti fino alla fine di dicembre. In seguito, con l’inizio dell’embargo sul petrolio da parte dell’UE e il tetto massimo al prezzo sui combustibili da parte dei Paesi del G7, Mosca perderà la metà delle sue entrate finanziarie.

Putin, afferma Guriev, sarà obbligato a prendere delle decisioni difficili: risparmiare sull’apparato repressivo o sulla propaganda, ridurre le paghe dei soldati impegnati in Ucraina. Tutte misure che potrebbero avere conseguenze nefaste, così come la mancanza di fondi per alimentare il sistema clientelare degli oligarchi.

Il presidente russo punterebbe quindi a infrangere l’unità del fronte europeo contro di lui prima dell’inverno e prima che vengano a mancare le risorse necessarie per continuare la guerra.

Condividi