Un narco-tunnel lungo 1,3 Km

Scoperto dalla DEA, corre tra Messico e USA, scavato a 21 metri di profondità. È dotato di rotaie e aerazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli agenti federali statunitensi hanno scoperto un tunnel, costruito dai narcotrafficanti che passa sotto il confine sudoccidentale. Parte da Tijuana, nella Baja California messicana, a circa 100 metri a sud del confine statunitense e arriva fino alla città californiana di San Diego.

È stato scavato con cura, è lungo oltre 1,3 chilometri (è il più lungo scoperto finora) ed è dotato di ventilazione, elettricità, rotaie e di un sistema di carrelli e di montacarichi, per trasportare droga e altre merci di contrabbando fra il Messico e gli Stati Uniti.

"Le dimensioni dell'opera dimostrano la determinazione e le risorse pecuniarie dei cartelli della droga", ha spiegato - citato da CNN e da altri media internazionali - l'agente speciale John W. Callery della Drug Enforcement Administration (DEA).

Il tunnel è situato circa 21 metri sottoterra, è alto circa 170 centimetri e largo 70.

 
Condividi