Amy Coney Barrett (Keystone)

Una nomina che fa discutere

Il voto di conferma per la giudice scelta da Trump per la Corte Suprema dovrebbe tenersi dopo le presidenziali, secondo Biden

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La scelta di Donald Trump di Amy Coney Barrett come nuovo giudice della Corte Suprema statunitense non piace ai suoi avversari nella corsa alla Casa Bianca.

Con l’entrata della 48enne, nota per le sue posizioni cattoliche e antiabortiste, la corte avrebbe una netta maggioranza conservatrice, con sei giudici su nove.

 

Una prospettiva che sembra non piacere a Joe Biden a poco più di un mese dalle votazioni presidenziali. Il candidato democratico, su Twitter, ha affermato che il Senato non dovrebbe votare sulla sua conferma prima che abbiano votato i cittadini. L’audizione della giudice dovrebbe iniziare il 12 ottobre e durare 4 giorni.

Anche Kamala Harris, vice designata di Biden, si è scagliata contro la scelta di Trump, sostenendo che rivela l’intenzione di distruggere la riforma sanitaria voluta da Obama e rovesciare la sentenza che ha legalizzato l’aborto nel Paese.

Barrett ufficialmente nominata

Barrett ufficialmente nominata

TG 12:30 di domenica 27.09.2020

 
ATS/sf
Condividi