Una tigre positiva al coronavirus

Sorpresa allo zoo del Bronx - Nadia sarebbe stata infettata da un dipendente

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una tigre allo zoo del Bronx è risultata positiva al nuovo coronavirus. Si ritiene sia la prima infezione nota in un animale negli Stati Uniti e la prima in un grande felino a livello mondiale, hanno detto funzionari federali e del parco zoologico senza nascondere la loro sorpresa per l'esito del test che, ora, sperano possa contribuire alla lotta globale contro il virus che causa il Covid-19.

L'animale, Nadia, un esemplare della Malesia di 4 anni, sarebbe stata infettata da un impiegato che non mostrava sintomi. È stata sottoposta alla prova dopo che a partire dal 27 marzo diversi felini hanno cominciato a presentare sintomi che hanno fatto sorgere il sospetto di una trasmissione del coronavirus.

 

Paul Calle, il veterinario responsabile della struttura, chiusa dallo scoppio della crisi a New York il 16 marzo, tramite un tweet ha specificato che le analisi sono state svolte nel laboratorio di una scuola veterinaria e non è lo stesso test utilizzato per le persone. "Non è possibile inviare campioni umani al laboratorio veterinario e non è possibile inviare test su animali a i laboratori umani, quindi non c'è competizione per testare tra queste situazioni molto diverse".

Diem/ATS
Condividi