Soccorritori al lavoro fra le macerie di una località coinvolta nel conflitto (keystone)

Una tregua che già vacilla

L'Armenia e Azerbaigian si accusano di aver violato il cessate il fuoco umanitario poche ore dopo l'entrata in vigore

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sta già vacillando la "tregua umanitaria" appena entrata in vigore nel quadro del conflitto fra Armenia e Azerbaigian. Le autorità di Erevan accusano infatti quelle di Baku di averla violata con nuovi bombardamenti sulla regione separatista del Nagorno Karabakh.

"Il nemico ha sparato colpi d'artiglieria verso il nord tra le 00:04 e le 2:45 (22:04 e 00:45 ora svizzera) e ha lanciato razzi verso il sud tra le 2:20 e le 2:45", ha dichiarato attraverso Twitter la portavoce del ministero armeno della difesa, Shushan Stepanyan.

La reazione dell'Azerbaigian non si è fatta attendere, e con accuse dello stesso tenore. "Le forze armene hanno gravemente violato un altro accordo", ha affermato in una nota il ministero della difesa di Baku, accusandole di avere esploso colpi di artiglieria in varie direzioni e di avere lanciato attacchi lungo la linea del fronte.

Red.MM/ARi

Reportage dal Nagorno-Karabakh

Reportage dal Nagorno-Karabakh

TG 12:30 di domenica 18.10.2020

Condividi